• Il Porticato

  • Villa Bagatti Valsecchi

    Restaurare

    Conservare

    Valorizzare

    Condividere 

  • Il Giglio Fiorito

    Il Giglio è lo stemma della casata dei Bagatti Valsecchi

  • Il Viale Bagatti

Villa Gaetana Agnesi

Descrizione

 
Il complesso della Villa Agnesi e pertinenze è un pregevole complesso architettonico composto da villa padronale, dalle abitazioni del personale agricolo, da numerosi manufatti rustici e da un piccolo edificio chiesastico.
La costruzione della villa, pur risalente alla metà del XVIII secolo, è successiva alle cascine che formavano la corte a sud della via Brianza, al corpo ad “L” a nord della strada, e alla chiesetta (seicentesca) a nord-est della villa stessa. Villa Agnesi (particelle 29-36-38) s’inserisce quindi nella corte storica della “Cascina Valera”, costituendone con il corpo principale il lato sud e formando con i due corpi laterali di servizio, a sud-est e sud-ovest, una ulteriore corte, chiusa a sud da una sagomata cinta muraria realizzata con corsi regolari di pietra e mattoni.
L’edificio padronale articolato su tre piani, presenta un portico a tre campate su colonne binate e, al suo interno, conserva ancora l’originario scalone d’onore con balaustra barocca con pietra arenaria. I corpi di fabbrica laterali sono invece sviluppati su due piani, come pure il corpo porticato (ad archi ribassati), verosimilmente coevo alla villa, che chiude il lato est della corte principale (particella 32). Il corpo di fabbrica che chiude a nord la corte, e che ne consente l’accesso tramite un portale ad arco ribassato, ospita invece le abitazioni di tipo popolare e una vecchia osteria.
L’edificio che costituisce il lato ovest della corte, destinato a stalla al piano terra e fienile al piano primo, presenta la facciata su corte scandita da cinque archi a tutto sesto, rimarcati da cornici in cotto.
Completa il nucleo centrale un corpo abitativo di due piani, con distribuzione a ballatoio e scansione regolare delle aperture, che si estende dall’angolo sud-ovest della corte verso ovest, formando un prolungamento della villa Agnesi.
Ad ovest della cascina si trovano poi due rustici a pianta rettangolare e sviluppo di due piani fuori terra, adibiti a stalla e fienili.
A nord-est del nucleo centrale, e a sud della via Brianza, sorge la chiesetta dedicata all’Annunciazione di Maria, che presenta un’aula rettangolare con volta a botte e l’abside con volta a crociera.
Un ultimo elemento degno di nota è il corpo di fabbrica a “L” attestato a nord della cascina e della Via Brianza, che ospita nell’ala nord le abitazioni di tipo popolare, con distribuzione a ballatoio, e nell’ala sud la stalla e il soprastante fienile.
Le modalità costruttive impiegate sono alquanto omogenee e prevedono murature portanti in mattoni pieni, strutture orizzontali e orditure di copertura in legno. Le residenze padronali, poi, rilevano ancora porzioni di pavimentazione in cotto lombardo e soffitti a cassettoni.
Le aree pertinenziali dell’antica cascina, tanto a nord quanto a sud della Via Brianza, sono punteggiate da numerosi corpi accessori, edificati in gran parte durante il secolo XX, che denotano caratteri di minor pregio.
Nonostante versi in stato di abbandono, e sia stato oggetto di rimaneggiamenti e superfetazioni (in particolare durante il secolo XX), il complesso architettonico di “Villa Agnesi e pertinenze” rappresenta tuttora un articolato e stratificato esempio di residenza extraurbana lombarda, testimone di antiche e sapienti consuetudini del fare e del costruire.
 
Il complesso è vincolato  ai sensi dell’art. 10.1 del D. Lgs 42/2004 con decreto Ministero per i Beni Culturali e  Ambientali del 05.12.2005